Indietro

Caporalato, turni di 11 ore per pochi spiccioli

Indagini coordinate dalla procura di Firenze che hanno permesso di smascherare un'organizzazione che operava tra la Toscana e il Veneto

FIRENZE — I lavoratori venivano fatti arrivare in Italia, nelle regioni Toscana e Veneto, dalla Romania e dall'Albania. Queste persone venivano poi sottoposte a dei turni di undici ore per 4 o 5 euro l'ora. Inoltre non c'era rispetto delle condizioni di sicurezza e molti di loro erano al nero.

Questi lavoratori venivano fatti lavorare per interventi agricoli o edili, nelle due regioni citate sopra, ma anche all'estero.

L'operazione è stata portata avanti dai carabinieri a Padova, Perugia e Verona su ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Firenze. 

Sono state arrestate tre persone, accusate di associazione per delinquere finalizzata al reato di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro. C'è anche l'aggravante delle minacce e dei maltrattamenti.

Si apprende che tra gli arrestati ci sono due caporali e il presunto capo dell'organizzazione, che gestiva gli sfruttati attraverso due società cooperative. 

Le società sono state sequestrate oggi dai carabinieri, così come due immobili in cui i lavoratori venivano fatti dormire e per cui dovevano anche pagare l'affitto. 

Le indagini, coordinate dalla procura di Firenze, hanno avuto il via a causa della morte di un cittadino romeno, a novembre dello scorso anno. Morte avvenuta a Rufina. Il rumeno era a libro paga dell'organizzazione.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it