Indietro

Redditto di inclusione, ecco come fare

Il Comune di Reggello segnala ai cittadini la nuova opportunità per singoli e famiglie in difficoltà per contrastare la povertà e l’esclusione sociale

REGGELLO — Si tratta del REI, reddito di inclusione, che entrerà in vigore dal 1 gennaio 2018. Il REI vuole rispondere all’esigenza di sostenere le persone singole o le intere famiglie in grave disagio economico e sociale. Si tratta di un beneficio economico che sarà erogato attraverso l’attribuzione di una carta prepagata emessa da Poste Italiane ed è subordinato alla valutazione della situazione economica e all’adesione a un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa. Fine ultimo della misura è quello di aiutare le famiglie a superare la condizione di povertà e riconquistare gradualmente l’autonomia.

Il REI andrà a sostituire una misura presa lo scorso anno il SIA, coloro che stanno già beneficiando di quest’ultimo continueranno a percepire il relativo corrispettivo economico per tutta la durata comunicata e secondo le modalità previste.

La nuova iniziativa del Governo è diversa dalla precedente e prevede:

1) un beneficio economico, erogato per un periodo massimo di 18 mesi, in base al numero dei componenti del nucleo familiare e i requisiti reddituali. Tale beneficio viene erogato tramite la Carta Rei, una carta di pagamento utilizzabile per: gli acquisti in tutti i supermercati, negozi alimentari, farmacie e parafarmacie abilitati al circuito MasterCard; il pagamento delle bollette elettriche e del gas presso gli uffici postali; il prelievo in contante entro un limite mensile non superiore alla metà del beneficio massimo attribuibile.

2) l’attivazione di un progetto personalizzato di inclusione sociale e lavorativa. Il progetto è predisposto dai servizi sociali del territorio e in rete con i servizi per l’impiego, i servizi sanitari, le scuole, soggetti privati ed enti no profit. Il progetto coinvolge tutti i componenti del nucleo familiare e prevede specifici impegni per adulti e minori sulla base di una valutazione globale delle problematiche e dei bisogni. Dal progetto derivano reciproche responsabilità.

Il sussidio è subordinato all’adesione ad un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa, da sottoscrivere con i servizi sociali del territorio. In caso di mancato rispetto degli impegni assunti nel progetto, che coinvolge tutti i componenti del nucleo familiare (adulti e minori), il contributo verrà revocato.

Possono accedere al REI i nuclei familiari al cui interno sia presente al momento della presentazione della domanda e per l’intera durata dell’erogazione del beneficio una delle seguenti condizioni: presenza di un componente di età minore di anni 18; presenza di una persona con disabilità e di almeno un genitore o di un tutore; presenza di una donna in stato di gravidanza accertata; presenza di un componente che abbia compiuto 55 anni con specifici requisiti di disoccupazione.

Tra i requisiti generali: cittadinanza italiana o comunitaria, oppure cittadinanza straniera con presenza di permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo e titolari di protezione internazionale con residenza in Italia da almeno due anni.

Requisiti economici: avere un ISEE in corso di validità non superiore pari o non superiore a 6.000 euro e ISRE pari o non superiore a 3.000 euro. Nessun componente del nucleo deve risultare titolare di: prestazioni di assicurazione sociale per l’impiego (NASPI) o altri ammortizzatori sociali di sostegno al reddito in caso di disoccupazione involontaria.

È già possibile presentare domanda: il modulo per accedere a REI può essere scaricato sul sito internet o ritirato nelle varie sedi dell’INPS e consegnato presso gli Uffici Servizi Sociali dei Comuni di residenza.


Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it