Indietro

Sul video i furbetti che abbandonano i rifiuti

Dall'inizio dell'anno la polizia municipale ha comminato 60 multe di 160 euro a chi ha abbandonato la spazzatura o non ha fatto la differenziata

PONTASSIEVE — Da Gennaio 2017 i vigili urbani, coadiuvati da operatori di Aer, hanno effettuato circa 80 controlli e comminato 60 sanzioni a cittadini che hanno abbandonato i sacchi della spazzatura fuori dai cassonetti o che non hanno eseguito correttamente la divisione dei rifiuti. Sotto l'attenzione dei vigili urbani i sacchi abbandonati alle postazioni, i rifiuti lasciati a terra, i sacchetti a fianco di cestini pubblici e la mancata raccolta differenziata.

Per i cittadini beccati in flagrante o individuati dopo gli accertamenti è scattata una multa di 160 euro, in base all'articolo 14 del regolamento comunale per la gestione dei rifiuti. La maggior parte degli accertamenti hanno riguardato il capoluogo Pontassieve, in numero minore le zone di Sieci, Molino del Piano, via Colognoloese e Santa Brigida. 

Per gli accertamenti il Comune si è avvalso anche delle telecamere installate nei mesi scorsi in prossimità di alcune postazioni di raccolta, dopo che già erano stati apposti cartelli informativi circa le regole da seguire per un corretto conferimento. Ed altre telecamere saranno installate dal mese di Giugno.

 "Consapevoli della collaborazione e del senso civico dei cittadini - ha spiegato il vicesindaco e assessore all'ambiente Marco Passerotti - non potevamo più tollerare abbandoni ed elusione della differenziata. Dagli accertamenti, infatti, è emersa una vera e propria violenza verso la postazione con abbandono di materiali non consentiti che potevano essere fatti ritirare sul posto mediante l'apposito servizio a chiamata gratuito".

"Anche gli ecobox - ha proseguito sconfortato l'assessore -, che nascono come strumenti per migliorare la qualità dello smaltimento e aiutare i cittadini a conferire rifiuti particolari, sono in alcuni casi trasformati in discariche. Dagli accertamenti sono poi stati notati comportamenti irregolari sullo smaltimento di rifiuti provenienti da altri comuni. Questa situazione va a discapito del buon senso, dei servizi gratuiti del numero verde, delle agevolazioni e soprattutto della stragrande maggioranza degli utenti che si comportano correttamente".

AER ricorda ai cittadini che gli errati conferimenti, oltre che passibili di multe, comportano costi di gestione aggiuntivi per tutta la cittadinanza.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it