Indietro

Settantatre anni dall'eccidio della Pievecchia

L'amministrazione comunale invita tutta la cittadinanza a partecipare, l'8 giugno, alla cerimonia di commemorazione in località Pievevecchia

PONTASSIEVE — L'8 giugno 1944 quattordici persone furono uccise per rappresaglia a colpi di mitra dai tedeschi.

La manifestazione si svolgerà alle ore 10.00 davanti al “muro di Pievecchia” – scenario della rappresaglia – dove sono previsti gli interventi delle istituzioni e la deposizione di una corona d’alloro sul luogo dell’eccidio. Parteciperanno alla cerimonia, le istituzioni insieme ai ragazzi delle classi vincitrici del concorso di Adotta un articolo della Costituzione promosso dalla Sezione Soci Coop Valdisieve: la 5^C della scuola “Calvino” e la 2^G della scuola secondaria “Maltoni” con gli insegnanti.

La Pievecchia è un luogo che rappresenta un patrimonio storico-culturale importante per la storia della comunità. Per gli eventi della Pievecchia al Gonfalone del Comune di Pontassieve è stato assegnata la Medaglia di Bronzo al Merito Civile conferita con decreto del 23 dicembre 2005 dall’allora Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi. L’onorificenza al Gonfalone rappresenta il riconoscimento alla comunità di Pontassieve, da sempre impegnata in progetti ed iniziative legate al tema della Resistenza e del recupero della memoria storica.

Il fatto: Eccidio Pievecchia 8 giugno 1944 - Un gruppo di partigiani proveniente da Monte Giovi, penetrato nella caserma della guardia nazionale repubblichina di Pontassieve, s'impossessa di armi e munizioni e si ritira a bordo di un camion. Alcuni carabinieri colgono l'occasione per disertare e si uniscono alla pattuglia partigiana. Lungo la strada del ritorno i partigiani si fermano alla Pievecchia. In una delle case vi trovano due soldati tedeschi e ne segue uno scontro in cui un soldato muore, mentre l'altro riesce a fuggire. Nella rappresaglia che segue i tedeschi rastrellano tutti gli uomini che possono trovare a Pievecchia e li uccidono a colpi di mitra nel giardino della villa del paese. 14 persone perdono la vita. 

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it